dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
sideBar
Domenica, 15 Maggio 2011 20:14

Trento - 1^ Sessione 2000

Vota questo articolo
(0 Voti)

PROVA TEORICA

1. La/il candidato/a illustri, in riferimento al processo di aiuto di servizio sociale professionale, quali tipi di informazione sono necessarie per la “valutazione iniziale”, ed indichi da quali fonti e con quali strumenti possono essere raccolte.
2. L’art. 17 del Codice Deontologico Italiano degli Assistenti Sociali afferma che “la riservatezza ed il segreto professionale costituiscono diritto primario dell’utente e del cliente e dovere dell’assistente sociale”. La/il candidato illustri in base a quali criteri e con quali modalità operative può venire applicato tale principio.
3. La/il candidato/a illustri quali sono per l’assistente sociale le implicazioni operative connesse all’intreccio di risorse formali e informali nell’attuale configurazione dei servizi socio assistenziali.

PROVA PRATICA

La Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni invia all’assistente sociale del Servizio sociale territoriale competente la seguente comunicazione scritta:
Trento, 17 maggio 2000
Questo ufficio ha ricevuto segnalazione relativa alla minore in oggetto (Maria Rossi, nata a Trento il 24.05.92; figlia di Anna Bianchi e Carlo Rossi; domiciliata a Trento in via Case, 1), dalla quale emerge un’ipotesi di situazione pregiudizievole, la cui fondatezza può determinare l’instaurazione di una procedura limitativa della potestà genitoriale presso i Tribunale dei Minorenni.
Al fine di verificare l’ipotesi di pregiudizio e di orientare questo Ufficio circa le iniziative da assumere, si prega di voler fornire, con cortese sollecitudine, gli indispensabili elementi di conoscenza sulle condizioni personali e sociali del minore, nonché del contesto relazionale ed ambientale in cui vive.
Questo Ufficio è disponibile a fornire, anche informalmente, ulteriori precisazioni e chiarificazioni in
merito alle richieste formulate.
IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
Il candidato illustri come si attiverebbe per adempiere a tale richiesta.

Letto 1442 volte Ultima modifica il Sabato, 04 Giugno 2011 15:26
Altro in questa categoria: Trento - 2^ Sessione 2000 »

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna