dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 91
sideBar
Lunedì, 23 Maggio 2011 23:16

Roma Lumsa sessione 2003

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A

PRIMA PROVA SCRITTA

? Ruolo del servizio sociale professionale nell’ambito della pianificazione prevista dall’art.19 della legge 328/2000 “Piani di zona”
? Strumenti professionali per rilevare i bisogni sociali di uno strato di popolazione in un dato territorio
? La gestione delle risorse interne ed esterne al servizio nel progettare un intervento sociale: ruolo dell’assistente sociale

SECONDA PROVA SCRITTA

? Definire le linee di attività di un’assistente sociale chiamata a coordinare gli interventi sociali esternalizzati a cooperative o associazioni convenzionate con l’amministrazione di riferimento.
? Argomentare per la propria amministrazione i costi/benefici, in termini di bilancio sociale e di bilancio economico, di una politica di assistenza domiciliare per anziani parzialmente autosufficienti.
? Tracciare il progetto per l’attivazione di un servizio di sostegno alla genitorialità di una comunità locale, anche avvalendosi dell’appartato delle reti informali.

SEZIONE B

PRIMA PROVA SCRITTA

? Il servizio sociale opera per promuovere l’autonomia delle persone: problematiche relative all’effettivo rispetto del principio della partecipazione e dell’autodeterminazione dell’utente nel processo di aiuto.
? La presa in carico di situazioni multiproblematiche in un servizio e il lavoro di équipe. Vantaggi e difficoltà di integrare le diverse competenze, saperi e le abilità degli operatori, al servizio della persona.
? Ruolo del servizio sociale nella promozione, attivazione, coordinamento delle risorse in ambito locale per sostenere la crescita della Comunità.
? Definizione degli obiettivi del processo di aiuto e ipotesi circa i risultati attesi a seguito dell’intervento del servizio sociale professionale.
? Utilizzo professionale delle reti formali ed informali nella “costruzione” di un progetto di intervento personalizzato.
? La comunicazione per l’assistente sociale e il cittadino utente: ascolto, decodifica e riformulazione delle richieste.

SECONDA PROVA SCRITTA

? Il problema dell’integrazione socio- sanitaria dei servizi pubblici: partendo da un problema concreto di salute, individuare i servizi, gli attori e le azioni sociali per affrontarlo in un’ottica di integrazione.
? Il servizio sociale professionale e la collaborazione pubblico-privato alla luce di quanto previsto dalla 328/00.
? Il ruolo delle Regioni, dei Comuni, delle AASL, del Terzo settore, alla luce della 328/00.
? L’attivazione delle risorse nella comunità locale: ruolo del servizio sociale professionale.
? Il servizio sociale professionale e la collaborazione pubblico/provato nel sistema integrato di interventi secondo quanto previsto dalla recente normativa.
? A partire dalle complesse problematiche presentate dalla popolazione anziana, trattare la prospettiva dell’integrazione socio-sanitaria dei servizi.

Letto 1513 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Maggio 2011 01:47

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna