dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 91
sideBar
Giovedì, 26 Maggio 2011 00:10

Cassino 2^ sessione 2004

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE B

PRIMA PROVA SCRITTA
TRACCIA N. 1
"Accettazione, accoglienza, ascolto, confidenzialità, osservazione: definire i termini sopra indicati e commentarne significati ed eventuali interazioni nell’esercizio del ruolo professionale dell’Assistente Sociale” (estratta)
TRACCIA N. 2
2. “La professione dell’Assistente Sociale: valori e principi della professione”.
TRACCIA N. 3
3. “Analizzi e descriva il candidato le fasi del procedimento metodologico nel processo di aiuto”.

SECONDA PROVA SCRITTA
TRACCIA N. 1
"Il sistema integrato di interventi nel Servizio Sociale secondo le più recenti normative nazionali” (estratta).
TRACCIA N. 2
“Cause ed effetti del Welfare Mix”.
TRACCIA N. 3
“L’approccio di rete nell’integrazione tra servizi”.

PROVA PRATICA
TRACCIA N. 1
“Il Tribunale per i minorenni sezione civile accertato lo stato di disagio in cui vivono i due fratelli Andrea e Fabio, di 7 e 4 anni e la fragilità psicologica e scarsa adeguatezza educativa della loro madre nubile di 35 anni, invia al servizio sociale del consultorio familiare un’ordinanza in cui dispone l’affidamento dei minori al Servizio Sociale, con l’incarico di attuare ogni intervento di vigilanza e sostegno nei loro interessi e con facoltà di collocarli in luogo sicuro ove necessario. Analizzare il caso ed indicare possibili contenuti, ambiti, tempi, modalità dell’intervento ed enti coinvolti ed altro”. (estratta)
TRACCIA N. 2
“Paolo di anni 22 usa quotidianamente eroina da circa tre anni. Ha frequentato il quinto anno dell’Istituto Tecnico Commerciale con discreto profitto ma non ha conseguito il diploma; attualmente disoccupato, ha svolto attività di manovale presso una ditta edile per circa un anno. I suoi genitori, entrambi impiegati, non sono a conoscenza della sua tossicodipendenza. Paolo accompagnato dal fratello maggiore, di anni 28, si rivolge al locale servizio per le tossicodipendenze (Ser.T) per intraprendere un programma farmacologico e psico-socio-riabilitativo di recupero che preveda, se necessario, anche l’inserimento presso una comunità terapeutica. Quali interventi individuali e di rete deve attivare nello specifico l’Assistente Sociale?”
TRACCIA N. 2
“L’Assistente sociale del Comune viene convocata presso il Tribunale per i Minorenni per fornire chiarimenti sul seguente caso: la signora Anna ha trenta anni, e’ separata dal marito ed ha due figli, una bambina di sette anni, attualmente affidata con decreto ai nonni paterni ed un bambino di tre anni, nato dopo la separazione da una relazione ora conclusa. La signora Anna e’ tossicodipendente da prima del matrimonio; i suoi genitori la rifiutano a causa del problema.
La donna ha tentato di disintossicarsi in Comunità ma non ha resistito a quella disciplina; è fuggita dalla struttura e, con il suo bambino, si è rifugiata in casa della propria nonna materna, che la sostiene economicamente, giacché la signora Anna non lavora. Recentemente e’ stata sorpresa dai carabinieri, mentre acquistava eroina in presenza di suo figlio. Dopo l’udienza presso il Tribunale per i minorenni, l’Assistente Sociale elabora il seguente piano di intervento ……”

Letto 1680 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Maggio 2011 01:50

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna