dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
sideBar
Lunedì, 16 Maggio 2011 12:52

Trento - 1^ Sessione 2005

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A

PRIMA PROVA SCRITTA

Tema n. 1
Il  modo della ricerca sociale nella progettazione e nella realizzazione di un servizio.

Tema n. 2
Il/la candidato/a illustri le varie fasi di programmazione e le modalità di gestione di un servizio a favore delle donne immigrate in gravidanza e con figli piccoli che necessitano di assistenza e sostegno, per avviare anche nelle varie comunità di stranieri presenti nella città, interventi di protezione dell’infanzia e di prevenzione all’abbandono dei minori. Il tutto nell’ottica professionale dell’assistente sociale.

SECONDA PROVA SCRITTA

Tema n. 1
Il/la candidato/a illustri le varie fasi di programmazione e le modalità di gestione di un servizio a favore delle donne immigrate in gravidanza e con figli piccoli che necessitano di assistenza e sostegno, per avviare anche nelle varie comunità di stranieri presenti nella città, interventi di protezione dell’infanzia e di prevenzione all’abbandono dei minori. Il tutto nell’ottica professionale dell’assistente sociale.

SEZIONE B

I PROVA SCRITTA

Tema n. 1
“L’esercizio della professione si basa su fondamenti etici e scientifici, sull’autonomia tecnicoprofessionale, sull’indipendenza di giudizio, sulle conoscenze proprie della professione e sulla coscienza personale dell’assistente sociale. L’assistente sociale ha il dovere di difendere la propria autonomia da pressioni e condizionamenti” ( art. 10 codice deontologico). Il candidato illustri, in riferimento alla propria esperienza di tirocinio, l’applicazione di tali principi.
Tema n. 2
Lo strumento della documentazione nel lavoro dell’Assistente Sociale.
Tema n. 3
Il ruolo del tirocinio nel percorso formativo e professionale dell’Assistente Sociale.

II PROVA SCRITTA

Tema n. 1
Il ruolo dell’integrazione socio-sanitaria nella definizione delle attuali politiche sociali.
Tema n. 2
La legge 328/00 per favorire il riordino del sistema assistenziale individua degli strumenti prioritari di pianificazione. Il candidato illustri l’applicazione – o la possibile applicazione – degli stessi nella propria realtà locale, definendo anche il ruolo assunto dall’Assistente Sociale.
Tema n. 3
Il valore delle reti di aiuto formali e informali nella pratiche di welfare.

PROVA PRATICA

Tema n. 1
Si presenta al Servizio Sociale il caso di una donna moldava di 25 anni, al settimo mese di gravidanza, ospitata presso una struttura di prima accoglienza. Indichi il candidato le fasi metodologiche da seguire per realizzare un progetto di intervento.
Tema n. 2
Il medico di base segnala, al Servizio Sociale di base, il caso di un’anziana di 84 anni, sola, affetta da demenza senile. Secondo la valutazione del medico la signora non è più in grado di abilitare da sola. Il candidato indichi le fasi metodologiche da seguire per realizzare un progetto di intervento.
Tema n. 3
Maria, di anni 4, vive da circa 6 mesi con la famiglia dello zio materno perché i genitori della minore hanno gravi problemi di tossicodipendenza. Ora hanno deciso di essere inseriti in una comunità terapeutica. Fuori regione. Al Servizio Sociale di base si presenta lo zio che richiede l’affidamento familiare della bambina.
Indichi il candidato le fasi metodologiche da seguire per realizzare un progetto di intervento.

Letto 1373 volte Ultima modifica il Sabato, 04 Giugno 2011 15:37
Altro in questa categoria: Trento - 2^ Sessione 2005 »

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna