dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 91
sideBar
Lunedì, 16 Maggio 2011 13:16

Trento - 2^ Sessione 2006

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A

PRIMA PROVA SCRITTA

Tema n. 1
L’integrazione tra servizi sociali e sanitari: ambiti di maggiore rilievo e ruolo del servizio sociale.

Tema n. 2
La valorizzazione delle risorse informali e del volontariato è considerata un fattore strategico importante nella programmazione dei servizi sociale territoriale.
Il candidato descriva possibili settori di intervento e strategie di coinvolgimento di tali realtà.

Tema n. 3
La supervisione degli studenti in tirocinio e la supervisione professionale degli assistenti sociali in servizio rappresentano due settori importanti da presidiare per l’assistente sociale specialista, responsabile di un servizio sociale territoriale.
Il candidato descriva gli aspetti che caratterizzano i due tipi di supervisione e le implicazioni che ne derivano per il responsabile di servizio.

SECONDA PROVA SCRITTA

Tema n. 1
Il fenomeno della presenza sul territorio di persone senza dimora sta diventando rilevante in molte città d’Italia.
Il candidato rilevi i principali aspetti del problema e delinei un progetto di intervento per l’inclusione sociale di queste persone.

Tema n. 2
La famiglia viene considerata “risorsa primaria”per la promozione del benessere sociale. Il candidato delinei possibili ambiti dove questo si può realizzare  e le implicazioni con il Servizio Sociale Territoriale.

Tema n. 3
Il fenomeno del bullismo si sta presentando in maniera forte in vari ambiti della società. Quale apporto potrebbe dare il servisio sociale di zona per affrontare il problema e quali portatori d’interesse potrebbero essere coinvolti in un progetto di intervento?

SEZIONE B

I PROVA SCRITTA

Tema n. 1
L’assistente sociale fa parte prevalentemente di un’organizzazione. Illustri il candidato /a i significati di tale appartenenza sia da un punto di vista amministrativo che
tecnico e deontologico.
Tema n. 2
Il colloquio è uno strumento importante dell’assistente sociale.
Illustri il candidato le tappe del colloquio ed i significati che le stesse hanno dal punto di vista tecnico professionale.
Tema n. 3
Il procedimento metodologico è uno schema di riferimento per qualificare l’azione dell’assistente sociale.
Descriva il candidato la fase iniziale dell’analisi della situazione. Quali elementi la caratterizzano o vanno approfonditi ed il significato che la stessa ha sulle fasi successive del percorso metodologico.

II PROVA SCRITTA

Tema n. 1
L’affidamento familiare è un intervento complesso volto a sostenere sia il minore che la sua famiglia.
Illustri il candidato/a, ai sensi della normativa vigente, le finalità dell’affidamento, le funzioni dei soggetti coinvolti e le modalità con cui lo stesso viene reso esecutivo.
Tema n. 2
La Legge 8 febbraio 2006, n. 54 disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento congiunto pone alcune modifiche al codice civile rispetto ai provvedimenti riguardo ai figli.
Illustri il candidato /a le modifiche che tale normativa apporta e quali implicazioni le stesse hanno sulla genitorialità.
Tema n. 3
Nella normativa vigente vengono espressi indirizzi riguardo al tema dell’integrazione socio-sanitaria.
Il candidato/a dopo aver brevemente richiamato la legislazione vigente nella quale si fa riferimento all’integrazione, descriva le aree in cui a suo parere l’integrazione è maggiormente indicata e le responsabilità deontologiche dell’assistente sociale nei confronti di altri professionisti.

PROVA PRATICA

Tema n. 1
La signora M.M. si rivolge al servizio sociale con la richiesta di inserimento del figlio Luca al centro diurno per un supporto didattico.
Il minore di anni 6 fraquenta la prima elementare e presenta un andamento scolastico precario oltre a delle difficoltà di carattere relazionale comportamentale.
La signora M.M. è separata dal marito dal 2002 e dal punto di vista legale le è stato riconosciuto l’affidamento del figlio minore.
Il padre ha il diritto di avere con sé il figlio a settimane alterne.
Il candidato descriva il percorso tecnico da attuare al fine di definire una progettualità a favore del minore.
Tema n. 2
Il signor Mario e la moglie si rivolgono all’assistente sociale di zona poiché la sorella di lui ha problemi di alcolismo. Sono preoccupati per il nipote di sei anni che frequenta la prima elementare e secondo loro è molto trascurato. Chiedono aiuto al Servizio Sociale per la tutela del minore.
Il candidato indichi quali ulteriori informazioni deve raccogliere e quali elementi sono da tenere in considerazione per affrontare questo caso. Inoltre illustri un eventuale piano di lavoro che preveda obiettivi e modalità di intervento.
Tema n. 3
La scuola segnala la situazione del minore S. nato il 2.3.1992 alla Procura della Repubblica del Tribunale per i Minorenni per una inadempienza scolastica.
Il minore vive con i genitori e la sorella che ha un anno meno di lui.
Il Tribunale per i Minorenni, a seguito dell’indagine chiesta al servizio socio-assistenziale dell’ente gestore e alla proposta della Procura della Repubblica, emette un provvedimento che dispone l’affidamento educativo–assistenziale del minore al servizio sociale il quale deve definire una progettualità a favore del minore che favorisca una ripresa della frequenza scolastica.
Dispone inoltre la presa in carico da parte del servizio di Psicologia Clinica per una valutazione della situazione.
Il candidato descriva il contesto in cui il servizio sociale sta operando. Descriva inoltre le azioni ed il percorso tecnico da attuare al fine di adempiere le disposizioni dell’autorità giudiziaria.

Letto 1542 volte Ultima modifica il Sabato, 04 Giugno 2011 15:48

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna