dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 91
sideBar
Mercoledì, 25 Maggio 2011 01:37

Roma Tre 2^ sessione 2006

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A


PRIMA PROVA SCRITTA

 IL RAPPORTO TRA RICERCA E VALUTAZIONE NELLE POLITICHE DELL’ASSISTENZA SOCIALE

 

PROVA PRATICA

 IN UN QUARTIERE PERIFERICO DI UNA GRANDE CITTA’, DAI DATI RACCOLTI DALL’ENTE LOCALE RISULTA: UN ALTO TASSO DI ABBANDONO SCOLASTICO, UN RILEVANTE FENOMENO DI MICROCRIMINALITA’ LEGATA ANCHE ALL’USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI. IL SERVIZIO SOCIALE VIENE INCARICATO DI VALUTARE LA SITUAZIONE E DI PREDISPORRE GLI OPPORTUNI INTERVENTI ATTRAVERSO LA REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO INNOVATIVO ED INTEGRATO CON TUTTE LE REALTA’ SOCIALI DEL TERRITORIO. IL CANDIDATO/A ESPONGA LE VARIE FASI DEL PROCESSO PROGRAMMATORIO.

 

  SEZIONE B

 

PRIMA PROVA SCRITTA

IL CANDIDATO PROGETTI L’ORGANIZZAZIONE DELL’ACCOGLIENZA IN UN SERVIZIO SOCIALE DELL’ENTE LOCALE TENENDO CONTO DEL VALORE CENTRALE DEL RISPETTO DELLA PERSONA UMANA.

 

SECONDA PROVA SCRITTA

DAL WELFARE STATE AL WELFARE MIX, DESCRIVA IL CANDIDATO I CAMBIAMENTI DELLE POLITICHE SOCIALI, IL RUOLO DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE ANCHE ALLA LUCE DELLA 328/2000, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL TERZO SETTORE NEL SISTEMA ASSISTENZIALE ITALIANO E AL RUOLO DELL’ENTE LOCALE.

 

PROVA PRATICA

SULLA BASE DEGLI ELEMENTI CONOSCITIVI DATI, FORMULARE UN PROGETTO D’INTERVENTO, TENENDO PRESENTI LE VARIE FASI DEL PROCESSO D’AIUTO, ESPLICITANDO IN PARTICOLARE GLI OBIETTIVI ED I RISULTATI ATTESI, LE AZIONI PER RAGGIUNGERLI, NONCHE’ LE MODALITA’ DI VERIFICA E VALUTAZIONE.  IL REPARTO DI NEONATOLOGIA DELL’OSPEDALE SEGNALA AL SERVIZIO SOCIALE OSPEDALIERO LA NASCITA DI UN NEONATO FIGLIO DI UNA GIOVANE IMMIGRATA DI 20 ANNI. LA DONNA E’ SOLA E CON LA NASCITA DEL BAMBINO HA PERSO IL LAVORO. PRIVA DI RIFERIMENTI PARENTALI NON SA DOVE ANDARE AL MOMENTO DELLA DIMISSIONE OSPEDALIERA.

Letto 1640 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Maggio 2011 01:59

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna