dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
sideBar
Domenica, 29 Maggio 2011 17:30

Cagliari 2^ sessione 2008

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A

PRIMA PROVA SCRITTA

1) Il candidato illustri la metodologia, le tecniche del Servizio Sociale e la loro applicazione per lo svolgimento dei compiti di direzione dei Servizi Sociali in ambito istituzionale
2) Organizzare servizi e interventi nel Welfare-Mix: criteri e problematiche emergenti
3) Il candidato analizzi il profilo dell’Assistente Sociale e il potenziamento del sapere e delle funzioni operative nelle politiche del Welfare, alla luce della formazione universitaria

SECONDA PROVA SCRITTA

1) La direzione del Servizio Sociale professionale: le funzioni dell’Assistente Sociale specialista e le procedure organizzative nell’ambito della programmazione dei servizi territoriali
2) L’analisi del bisogno sociale rappresenta un momento fondamentale per la progettazione di un servizio. Il candidato esplichi gli strumenti e le metodologie d’intervento 
3) L’Assistente Sociale specialista è chiamata nel campo delle politiche sociali a gestire servizi complessi attraverso attività professionali quali: pianificazione, organizzazione, gestione e valutazione. Il candidato, sulla base degli elementi di conoscenza, illustri un percorso organizzativo in un ambito a sua scelta.

SEZIONE B

PRIMA PROVA SCRITTA

1) La famiglia come risorsa per le politiche sociali ed il lavoro sociale, alla luce della normativa nazionale e regionale. Il candidato illustri il ruolo del Servizio Sociale professionale nel sostegno e nella promozione di interventi in favore della famiglia. 
2) Il processo di aiuto caratterizza la funzione dell’Assistente Sociale in diversi ambiti di intervento. Il candidato analizzi gli strumenti e le metodologie applicate in relazione ai modelli teorici e operativi delle scienze del Servizio Sociale professionale
3) Il Servizio Sociale Professionale tra individuo e contesto: il lavoro di rete come momento di sintesi delle diverse dimensioni che caratterizzano l’agire professionale. Il candidato delinei i principali elementi teorici di tale approccio e le possibili applicazioni in ambito operativo

SECONDA PROVA SCRITTA

1) La promozione della qualità della vita degli anziani: il candidato descriva quale ruolo ha il servizio sociale professionale e quale metodologia di intervento può essere promossa a livello locale con particolare riferimento ai servizi di prevenzione e di sostegno nei casi di autosufficienza
2) Il decadimento della solidarietà sociale rappresenta un grave rischio insito nell’evoluzione delle società postmoderne. Alla luce di tale considerazione il candidato descriva gli aspetti rilevanti per lo sviluppo di azioni di promozione, partecipazione e sostegno con riferimento alla problematica dell’integrazione multietnica e multiculturale
3) Analisi dell’istituzionalizzazione e delle problematiche conseguenti per il mantenimento dell’integrazione sociale della persona. Si illustrino i possibili servizi alternativi e gli strumenti professionali da attivare nel contesto delle politiche socio-sanitarie vigenti.

Letto 1892 volte

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna