dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
sideBar
Giovedì, 26 Maggio 2011 00:55

Cassino 2^ sessione 2009

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A

PRIMA PROVA SCRITTA
1 - Il processo di valutazione come strumento di lavoro a garanzia di una efficace attività di programmazione e progettazione dei servizi sociali. Illustri il candidato le modalità di applicazione e le difficoltà operative con riferimento alle diverse fasi del percorso progettuale.
2 - Il candidato illustri l’organizzazione e la gestione dei servizi sociali nell’attuale welfare con particolare riferimento all’integrazione socio-sanitaria.
3 - Il candidato illustri le metodologie della ricerca applicata ai servizi e alle politiche sociali, con particolare riferimento all’integrazione socio-sanitaria.  

SECONDA PROVA SCRITTA
1 - E’ oggi sempre più diffuso il disagio giovanile caratterizzato da precoci abbandoni scolastici, episodi di bullismo, abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti da parte di minorenni. Il candidato elabori un progetto strutturato di intervento utilizzando gli strumenti metodologici appropriati e delineando le fasi di programmazione coinvolgendo le risorse territoriali.
2 - Le richieste che pervengono dai servizi sociali territoriali evidenziano la necessità di ampliare gli interventi in favore di disabili adulti. Il candidato delinei la progettazione di interventi/servizi, residenziali e non, illustrando le diverse fasi della programmazione.
3 - La presenza di presone adulte con disagio mentale sta assumendo caratteristiche sociali sempre più evidenti. Il candidato delinei un progetto di intervento per l’inclusione sociale di queste persone.      

SEZIONE B

PRIMA PROVA SCRITTA
1 - Il candidato illustri le matrici teoriche e i percorsi metodologici che sono alla base dei processi di accoglienza e di presa in carico della richiesta d’aiuto, considerando le modalità di accesso al servizio, le tecniche e le risorse utilizzate dall’assistente sociale.
2 - Il colloquio è uno strumento essenziale del lavoro dell’assistente sociale nell’ambito del processo di aiuto. Illustri il candidato le differenti metodologie in relazione alle caratteristiche ed agli obiettivi che contraddistinguono tali percorsi.
3 - Le metodologie di intervento del servizio sociale professionale si riferiscono a teorie consolidate e utilizzate anche da altre discipline umane e sociali. Il candidato illustri una o più tra le principali teorie che vengono applicate nel lavoro delle equipes multidisciplinari nei servizi alla persona.    

SECONDA PROVA SCRITTA
1 - Il candidato elabori una riflessione sull’attuale welfare mix e il rapporto tra il sistema pubblico e il privato sociale individuando le competenze e le strategie professionali del servizio sociale.
2 - Il candidato individui e descriva gli attori sociali che intervengono nell’ambito del piano di zona e il paradigma organizzativo riguardo l’integrazione.
3 - Il sistema di welfare mix ha portato a ridefinire il ruolo degli enti locali e delle organizzazioni no profit nell’ambito del sistema dei servizi socio-sanitari. Illustri il candidato il ruolo del servizio sociale come agente di cambiamento.      

PROVA PRATICA
1 - Olga, una giovane bulgara in Italia da molti anni, occupata come badante presso una signora anziana, rimane incinta dal partner che non vuole assumersi alcuna responsabilità. Olga decide comunque di proseguire la gravidanza perdendo così il lavoro e dove abitare. Dal consultorio familiare viene inviata al servizio sociale del Comune di residenza….
2 - Antonio è un paziente del C.S.M.. Nel 2006 perde il lavoro. Sottoscrive con una finanziaria un prestito di €. 6.000,00, che versa ad una ‘amica’ conosciuta casualmente durante una gita a Roma. La famiglia, preoccupata di quanto avvenuto ed essendo Antonio proprietario di immobili, si rivolge al servizio sociale del CSM. Antonio non è interdetto e non ci sono le condizioni per una richiesta in tal senso. Illustri il candidato quali strategie e risorse utilizzare per la tutela del paziente.
3 - Lucia è una donna di 40 anni alcol dipendente in trattamento farmacologico presso il SERT. Separata dal marito ex tossicodipendente, ha due figlie di 16 e 18 anni, studentesse, che vivono con i nonni paterni durante i lunghi periodi di ospedalizzazione di Lucia. Dopo un anno di inserimento presso una comunità terapeutica, Lucia, tornata a casa, riprende l’uso di alcolici. Il candidato indichi gli interventi attivabili dal servizio sociale nel percorso di aiuto e sostegno alla famiglia.

Letto 1976 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Maggio 2011 02:18

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna