dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
sideBar
Domenica, 29 Maggio 2011 16:17

Cagliari 1^ sessione 2010

Vota questo articolo
(0 Voti)

SEZIONE A

PRIMA PROVA SCRITTA

Tema A. Ripensare il rapporto tra comunità locale e programmazione sociale: necessità, opportunità e vincoli in rapporto alla legislazione vigente

Tema B. Politiche sociali e promozione della partecipazione: ruolo dell’assistente sociale, strumenti, tecniche criticità della funzione nell’attuale scenario normativo e organizzativo

Tema C. Famiglie e servizi alla persona: orientamenti di politica sociale nella programmazione e progettazione degli interventi  

SECONDA PROVA SCRITTA

Traccia 1. Orientare il welfare locale vero l’integrazione socio-sanitaria e la partecipazione comunitaria: con quali azioni e con quali metodologie la candidata ritiene di poter sostenere tale percorso evolutivo

Traccia 2. Valutare i servizi alla persona: la candidata ne delinei i tratti fondamentali di contenuto e di metodologia attraverso la stesura di un report valutativo su un servizio a scelta

Traccia 3. Percorso organizzativo e metodologico possibile per la gestione della programmazione e progettazione partecipata (all’interno di un settore a scelta)

PROVA ORALE

1. Discussione dell’elaborato scritto
2. Discussione su argomenti teorico-pratici relativi all’attività svolta durante il tirocinio
3. Legislazione e deontologia professionale

SEZIONE B

PRIMA PROVA SCRITTA

Traccia 1. Il lavoro con le famiglie presuppone un corretto approccio etico - deontologico e un’adeguata scelta sul piano metodologico e teorico. Il/la candidato/a si soffermi su tale  affermazione sviluppandone i tratti salienti nel percorso di intervento professionale

Traccia 2. Il processo di aiuto del SSP e il principio della personalizzazione: da vincolo etico a opportunità di sviluppo e cambiamento per il benessere delle persone

Traccia 3. La funzione di consulenza, sostegno e intervento psico-sociale è propria dell’assistente sociale di base. Il/la candidato/a ne illustri le finalità, le caratteristiche metodologiche, le basi teoriche e i vincoli deontologici

SECONDA PROVA SCRITTA

Traccia 1. Il/la candidato/a si soffermi a descrivere un percorso possibile di organizzazione di servizi per5 la famiglia e la prima infanzia, illustrandone i principi di riferimento e la metodologia prescelta

Taccia 2. La legislazione vigente individua i diversi attori fondamentali del sistema integrato dei servizi sociali. Il/la candidato/a illustri quali principi e atteggiamenti rendono possibile un percorso di integrazione tra gli attori al fine di programmare e gestire i servizi stessi

Traccia 3. Le politiche sociali e le sfide dell’integrazione sociale e multiculturale: quali le opportunità e quali le criticità da considerare nell’approntare un sistema di servizi sociali

Alcuni casi esaminati durante la PROVA PRATICA

-  La scuola richiede al Comune un’assistenza specialistica. Che cosa deve fare l’Assistente Sociale?
- Descriva come il servizio sociale è chiamato ad intervenire sull’integrazione di cittadini stranieri: procedimento metodologico e operatività
- Descriva i vincoli e opportunità per la definizione del piano personalizzato
- Descriva quali strumenti professionali negli strumenti a favore dei disabili

Letto 3244 volte

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna