dal 1995 punto di riferimento per i professionisti del sociale
  non chiederti cosa può fare per te questo sito, chiediti cosa puoi fare tu per questo sito!

   perché...  gli assistenti sociali dall'emoticon facile! :-)


banner-001
Saperi Ladri di bambini Per cena, ricordi!!
sideBar
Lunedì, 26 Ottobre 2009 14:07

Per cena, ricordi!!

Scritto da  Stefania Bon
Vota questo articolo
(0 Voti)
di Stefania Bon

 

strega2E' sera e, come tutte le sere, arrivo a casa stremata. Se ripenso a tutto quello che ho fatto dalle 6.30 di questa mattina mi sembra impossibile: ho lavorato, fatto la spesa, recuperato i bambini a scuola, li ho portati a ginnastica, aiutati a svolgere i compiti e giocato insieme a loro.

Sono quasi le sette di sera e ora manca solo lavarli, sfamati ed accompagnarli al loro riposo con la consueta favola della buonanotte: chissà quale sceglieranno questa sera.

Ed è proprio nel momento in cui inizio a vedere la fine di questa lunga giornata che invece comincia la parte più difficile da affrontare.

Il mio bimbo con il suo orso "mamo" e il ciuccio in bocca, mi si avvicina e con i suoi occhioni grandi, già pieni di lacrime, con la voce tremolante mi dice "Mamma perché Gas Gas è morto?" "Perché non è più qui con noi"?

Mi sento mancare la terra sotto i piedi e adesso cosa faccio mi chiedo, che cosa gli dico, come affronto la cosa.

Velocemente faccio il punto della situazione. Sono preparata sull'elaborazione del lutto faccio l'assistente sociale ma questo è mio figlio., e poi, in contemporanea, c'è la pentola sul fuoco, la bimba più grande sotto la doccia, la televisione accesa ed il telefono che squilla.

Il piccolo davanti a me non si è mosso, e in singhiozzi mi dice: "Mamma perché non puoi farlo tornare, vorrei tanto salutarlo per l'ultima volta".

Lo prendo in braccio, spengo la pentola e la televisione e mi metto con lui sul divano. Ora sa di aver tutta la mia attenzione, appoggia la testa sulla mia spalla e vuole che gli racconti come si è ammalato e di che cosa, perché il veterinario non l'ha curato. Dice anche che lo fa arrabbiare il fatto che io dica che ora lì dov'è sta meglio: guardandomi negli occhi mi dice: "Se io sto male senza di lui anche lui starà male senza di me come fai a non capirlo?"

Dura un po' questo piangere e questo suo recriminare rispetto all'assenza poi arriva il buio e nel cielo compaiono le prime stelle.

Un paio d'anni fa una cara amica di famiglia ci ha lasciati e da quel giorno abbiamo l'abitudine, quando la sera siamo fuori casa, di guardare il cielo per cercare la sua stella e salutarla. Fra i singhiozzi, il piccolo si alza e con aria seria mi chiede: "Mamma ma la stella dei criceti è a destra o a sinistra di quella di zia Manu?" Rispondo:"E' a sinistra amore mio, vuoi che la cerchiamo?" Si alza dal divano, apre la finestra e cerca nel cielo e dice "Ecco là, l'ho vista" e con tutto il fiato che ha urla: "Ciao Gas Gas, guardami sono qui, mi manchi". La stella brilla e non interpretiamo ciò come un segno d'assenso.

Ora il mio bimbo nonostante le lacrime continuino a scendere dai suoi occhi accenna un sorriso.

Restiamo abbracciati sul divano ancora un po' a parlare di Gas Gas, delle cose buffe che faceva, di come deve essere la vita sulla stella.

Sento la voce della bimba più grande che ha finito la doccia..."un attimo e torno" dico al piccolo, mi alzo e mentre sto per chiudere la finestra lui mi dice: "Mamma possiamo lasciarla ancora un po' aperta così Gas Gas e io possiamo parlare e guardare la televisione insieme?" Gli sorrido e dico di sì.

Arriva la sorella e il piccolo le mostra la stella dei criceti e io resto a guardarli con i loro nasi all'insù che parlano del loro criceto.

Si è fatto tardi, la cena non è pronta, ma ora questo non è importante, questa sera avremo poca fame perché ci siamo nutriti di ricordi.

Letto 1732 volte

Aggiungi commento

Sono consentiti commenti ai non registrati, ma prima di venire pubblicati saranno vagliati dalla redazione.
E' richiesto l'inserimento di un indirizzo e-mail (che non viene pubblicato).
La responsabilità di quanto inserito nei commenti è degli autori degli stessi.


Codice di sicurezza
Aggiorna